Toolbar
26 Dic 2013

Film Sideways (2004)

Il cast e la trama
Nel cast un grande attore e caratterista come Paul Giamatti (Miles), uno dei miei preferiti, specie nel film “La versione di Barney” che lo ha consacrato.
Commedia cult premiata con l’Oscar per la miglior sceneggiatura, ha incrementato il turismo nei luoghi in cui è stata girata.
La trama ci riporta l’esperienza di due ex compagni di classe profondamente diversi tra loro: Miles, professore di scuola media con un romanzo nel cassetto che non riesce a pubblicare, divorziato da un paio d'anni ma ancora molto depresso e Jack, attore di serie tv e pubblicità in procinto di sposarsi ma con ancora molti desideri da soddisfare. I due partono insieme per un viaggio tra i vigneti e i bar da degustazione della California, addio al celibato per Jack lungo una settimana.

"Il vino è un essere vivente. Amo immaginare l'anno in cui sono cresciute le uve di un vino. Se c'era un bel sole…se pioveva. E amo immaginare le persone che hanno curato e vendemmiato quelle uve. […] Mi piace che il vino continui ad evolversi. Mi piace pensare che se apro una bottiglia oggi, avrà un gusto diverso da quello che avrebbe se la aprissi un altro giorno."


Cosa bere durante la visione
Il vino da bere su questo film è ovvio e scontato: cosa di meglio del nettare preferito dal protagonista? E allora stappiamo una bottiglia di Pinot nero californiano e gustiamoci questa divertente, ma non priva di contenuti, pellicola.

Il Pinot nero: gusto ed aromi
l Pinot Nero è un'uva fra le più difficili da coltivare e da vinificare. Nasce storicamente nella regione francese della Borgogna (Pinot noir), dove molto probabilmente lo coltivano da oltre 2000 anni.
Il termine pinot sembra derivare da "piccola pigna", a significare sia la modesta dimensione del grappolo, che la caratteristica di avere gli acini fitti, appunto come le squame di una pigna.
Il Pinot nero ci dona un vino rosso estremamente delicato, molto soggetto all’annata e alla posizione di produzione.
La resa di questo vitigno è piuttosto bassa e sensibile a molte malattie ed i terreni sono quelli calcarei.
Il punto critico del Pinot nero risulta essere l’acidità, che deve essere conservata nelle varie fasi della produzione, nel miglior modo possibile, proprio per non compromettere l’equilibrio del vino.
Il Pinot nero non è adatto a zone calde perché tende a maturare in fretta, rischiando cosi di perdere la sua preziosa acidità.
Si percepiscono aromi di frutta a bacca rossa, come ciliegia, lampone, amarena e fragola assieme con i profumi del sottobosco ed i sentori di quercia.

La scelta della cantina e l’abbinamento col cibo
Consiglio di bere il Pinot nero ad una temperatura di 15/16 gradi, abbinato con agnello oppure con formaggi e speck del trentino.
Una cantina in particolare? Mirassou che da oltre 150 anni produce vini tra Sonoma e Monterey.


Wine

Bevendo gli uomini migliorano: fanno buoni affari, vincono le cause, son felici e sostengono gli amici.

Google+ plus.google.com/b/100684260859710572834/100684260859710572834/?rel=author

Lascia un commento






Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino