Toolbar
19 Feb 2014

Investire e reinventarsi nel business del vino è una moda che ha spiccato il volo negli ultimi anni: ex-manager, star del cinema, cantanti, musicisti e sportivi percepiscono che, oltre ad impiegare liquidità e ricavare grazie a questo mondo è possibile anche “elevarsi” culturalmente o almeno darsi un tono intellettuale (talvolta fittizio!).

Yao Ming è un’ex star dell’NBA, probabilmente tra gli atleti cinesi più famosi della storia, leader della nazionale del suo paese.
La storia di Yao è a dir poco eccezionale! A 9 anni era alto già 1.65 m ed i genitori, due ex cestisti cinesi, erano costretti a comprargli scarpe 41!
Alcune leggende raccontavano che Yao fosse in realtà il “frutto” di esperimenti genetici e matrimoni combinati al fine di creare l’atleta cinese perfetto!

Di strada ne avrebbe fatta Yao! Alto 2.29 m per un peso di circa 141 kg sarebbe divenuto il centro degli Houston Rockets divenendo il primo cinese in NBA.
Ottiene la convocazione per l’All-Star Game 2003 come riserva di Tim Duncan e sfiora la vittoria del NBA Rookie of the Year Award.

Nel 2004 è stato il portabandiera della Cina nella cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Atene e nel 2008 ha rifiutato l’incarico nell’edizione cinese di Pechino, sostenendo che ci fossero atleti cinesi più meritevoli, ma è stato comunque scelto.
Qualche stagione stabile ad ottimo livello e poi la trafila di infortuni ed alla fine la decisione del precoce ritiro a causa degli acciacchi.
Si è più volte distinto nel sociale, è anche ambasciatore cinese del NBA's Basketball Without Borders, programma per la promozione della pallacanestro e la raccolta di fondi per le zone povere del mondo, e testimonial di una campagna anti-AIDS in Cina.

E’ stato il volto pubblicitario di aziende come Reebok, Coca-Cola, McDonald’s, Visa, Apple e Garmin.


Evidentemente tutto ciò non bastava a “riempire” la vita di Yao che, appena ritiratosi, si è messo a studiare economia ed ha deciso di intraprendere diverse attività imprenditoriali, tra le quali la produzione di vino.
Le vigne, di proprietà della sua famiglia, non si trovano però in Cina, bensì negli USA, precisamente nella Napa Valley in California, dove l’ex sportivo produce un Cabernet Sauvignon venduto in maxi-bottiglie da 1,5 litri vendute a circa 450 euro l’una. La “primogenita” di 12.000 unità è stata venduta ad un asta di beneficenza.

Un vino d’eccellenza accessibile a pochi, una scelta “tecnica” di Yao che punta a conquistare una nicchia alta di consumatori a colpi di marketing.

Ancora convinti che il vino buono, e costoso, stia nella botte piccola?

Wine

Bevendo gli uomini migliorano: fanno buoni affari, vincono le cause, son felici e sostengono gli amici.

Google+ plus.google.com/b/100684260859710572834/100684260859710572834/?rel=author

Lascia un commento






Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino