Toolbar
I Vip e la loro passione del vino

Sassicaia e Rihanna: paparazzati dai flash all’uscita del ristorante

Il Sassicaia è forse il vino italiano più conosciuto nel mondo!
Un vino costoso ed eccellente al punto tale da divenire glamour e di tendenza tra amanti del lusso di ogni paese!
Top Manager, Imprenditori, Star del cinema della musica e di ogni altro campo, uomini politici! Tutti, esperti e non di vino, lo hanno eletto tra i “commensali” preferiti di cui circondarsi nelle apparizioni pubbliche!

Recentemente, durante la presentazione della sua autubiografia, l’ex manager del Manchester United, Sir Alex Ferguson ha dichiarato: “Ho avuto buoni rapporti sia con Ancelotti che con Mancini. Ma il vino che mi offriva Roberto era fantastico, bottiglie di Sassicaia..."
Come biasimarlo!
Ora alzi la mano chi di voi non farebbe follie per conquistare la bella Rihanna!
Sapete chi ci è riuscito?

Un Sassicaia del 2003! Avvistati fuori da un ristorante ed immortalati da fotografi e paparazzi di turno con grande scintillio di flash!
La cantante americana aveva ordinato questo vino speciale, ma accortasi che non sarebbe riuscita a consumarlo, ha chiesto al sommelier il tappo e ha deciso di portarselo a casa, peraltro senza coprirlo con alcun sacchetto!
Certamente un gesto non proprio da Galateo; ma voi siete pro o contro Rihanna?
Un vino del genere sarebbe sbagliato lasciarlo visto il costo, i sacrifici per produrlo ed il rispetto che merita; è vero anche che non sarebbe probabilmente andato perduto e che visto il reddito della star non avrebbe certamente intaccato il suo bilancio!
Una cosa è certa: il vino italiano si è fatto una gran pubblicità da solo, grazie alla sua qualità estrema, ai paparazzi ed ovviamente a twitter!

Probabilmente se vi dicessi di pensare ad un argomento collegato a Paris Hilton verrebbe fuori una lunga serie di argomenti capitanata dal capitolo hot della star!
Gossip, lusso, eredità, sesso, porno, scandalo, sono solo alcune delle parole immediatamente collegate alla famosa sexy bionda.
Difficilmente, a parte i ben informati, pensereste al vino!
La bella Paris ha invece, sorpresa per molti, interagito col nostro mondo e l’ha fatto, come sempre, sollevando polemica ed alimentando l’ira di molti!

Il 29 novembre 2014 saranno trascorsi dieci anni dalla morte di Luigi Veronelli : giornalista, scrittore, filosofo, gastronomo; unanimemente riconosciuto come l'iniziatore della moderna critica enogastronomica.
In attesa di quella data si è costituito il "Comitato Decennale Luigi Veronelli", che, attraverso un fitto calendario di eventi, si propone di ricordare il giornalista scomparso e di trasmettere e diffondere il suo pensiero e le sue opere.
Per chi volesse, ve ne è una parziale ma significativa raccolta in una sua biografia scritta di recente da Gian Arturo Rota e Nichi Stefi, suoi collaboratori per lungo tempo.
Il lascito di Luigi Veronelli è importantissimo e attualissimo per tutti.

Francis Ford Coppola è sicuramente uno dei più grandi registi di Hollywood, padre di film come Il Padrino ed Apocalypse Now ha vinto due volte la Palma d’Oro a Cannes,  il Leone d’oro alla carriera, tre Oscar per la sceneggiatura, due Oscar come miglior film (Il Padrino ed il Padrino II), due Oscar per la migliore colonna sonora, Oscar per la fotografia, Oscar come miglior make-up, Oscar per i costumi ed Oscar per gli effetti speciali, Oscar alla carriera e premio alla memoria Irving G. Thalberg.
Ha avuto anche più nomination nella stessa edizione degli Oscar con i film La conversazione ed il Padrino II.
Di chiare origini italiane, nel dettaglio lucane (i nonni erano originari della provincia di Matera), è figlio di un grande musicista Jazz, Carmine e zio di Nicolas Kage.
Francis ha sempre conservato uno stretto legame col Belpaese nel quale trascorre spesso le vacanze rilassandosi sulle spiagge di Metaponto ed ottenendo la cittadinanza ordinaria di Bernalda comune d’origine del nonno Agostino, dove ha acquistato un palazzo che vorrebbe trasformare in albergo.

 

Investire e reinventarsi nel business del vino è una moda che ha spiccato il volo negli ultimi anni: ex-manager, star del cinema, cantanti, musicisti e sportivi percepiscono che, oltre ad impiegare liquidità e ricavare grazie a questo mondo è possibile anche “elevarsi” culturalmente o almeno darsi un tono intellettuale (talvolta fittizio!).

In occasione dei 10 anni di Facebook (il 4 febbraio 2004 fu fondato The Facebook), anche WineatWine rende omaggio al social network parlando di un binomio che non immaginereste: il vino e Facebook.

Si chiama Dammisole il vino lanciato nel 2012 su Facebook; prodotto nella zona di San Severo, in provincia di Foggia, viene prodotto da Gianfelice d’Alfonso del Sordo ed ha ovviamente la sua pagina fan dedicata sulla quale è possibile scoprire anche gli abbinamenti più riusciti a tavola attraverso la proposta di ricette tradizionali e la giusta musica di sottofondo.

Siete curiosi di sapere la prima persona che lo ha assaggiato? La risposta è ovvia: Mark Zuckerberg, creatore di Facebook ed appassionato di vini italiani.

Pagina 1 di 2

Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino