Toolbar
19 Mar 2014

Forse non tutti sanno che...
Il primo rosé d' Italia è nato per volontà di Guido Berlucchi e del suo enologo Franco Ziliani che fece, possiamo dire, il primo taylor made wine.
Il vino fu realizzato quasi ad hoc per un famoso e rinomato antiquario milanese.
Questo gentiluomo che aveva la sua bottega in Brera amava così tanto il rosé da andare fino a Reims a cercarlo; questo finché, la tutt'oggi  rinomata cantina Berlucchi di Franciacorta, produsse in versione limitata il Max, traendo il nome appunto dall' omonimo antiquario Max H.

Fatto da uve chardonnay e da un trenta percento di pinot nero ed in particolare quelle sue bucce colorate, da rosé di una notte, questa Cuvee imperiale é un Extra  Dry per un aperitivo informale molto piacevole al palato da gustare con le amiche, specie se mitteleuropee; ed a dimostrare questo gradimento non sono le chiacchiere ma la tendenza delle esportazioni!
Se volete poi far colpo sulle amiche, o addirittura ad un appuntamento galante, potreste tirar fuori un asso dalla manica, la classica chicca ad effetto!
Un aneddoto molto attuale che potrebbe aiutarvi a vincere lo scetticismo di chi esita a brindare!

Qualche gentil signora che ancora non é convinta dal brio di quel perlage brillante e colorato e ancora chiacchiera di spread e di politica europea, rinfrescatele il bicchiere e mentre lo fate raccontatele questa curiosità: Paolo Sorrentino, il nostro premio Oscar per il miglior film straniero, La Grande Bellezza, ha brindato a Los Angeles con un Franciacorta Brut Cuvee '61 sempre della stessa cantina Berlucchi e questa vittoria dal sapore tutto italiano metterà a tacere qualsiasi discorso di grigio pessimismo per alzare i rosei calici e brindare nuovamente in allegria.
Che sia piaciuto o meno il film non importa, la curiosità di gustarlo trionferà certamente!

Maria Luisa Delogu

Sommelier con la valigia: così mi son ritrovata a far parte della delegazione AIS di Milano. Radici nella terra di Sardegna e tralci che spuntano qua e la in giro per l'Italia.
Mi innamorai del " mondo vino" circa 10 anni fa tra le generose colline toscane e le crete senesi.
Lavoro nell'ambito dell'organizzazione di eventi e collaboro con diversi progetti di enoturismo e per aziende del settore. Dalla vigna passando per la buona tavola, questa é la strada che seguono i miei migliori consigli per voi!

Lascia un commento






Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino