Toolbar
28 Feb 2015

Casale della Ioria - Cesanese del Piglio DOCG Riserva Superiore 2011 Torre del Piano

Le Cantine Casale della Ioria di Anagni sin dall'inizio del Novecento hanno portato avanti la coltivazione e vinificazione delle varietà tipiche della Ciociaria, zona a sud di Roma che, per il microclima particolarmente favorevole e la posizione strategica ha sempre fatto della coltivazione dell'uva e delle olive una delle maggiori fonti di reddito.
I terreni dell'azienda sono divisi in due parti, la prima, 21 ettari nel comune di Anagni di terreni argillosi, ospita la coltivazione del Cesanese base Campo Nuovo, Cesanese Tenuta della Ioria, il blend Tres e una parte di Passerina; i restanti 17 ettari si trovano fra Acuto e Piglio a 400 metri sul livello del mare, e sono terreni per lo più vulcanici a base calcarea, riservati alla produzione di parte della Passerina, del l’Olivella e del Cesanese Riserva Torre del Piano, di cui parliamo oggi.

Il cesanese del Piglio, vitigno autoctono della provincia di Frosinone e, solo in parte, di Roma e si presenta con grappolo e acini di media grandezza, con buccia molto spessa di colore nero violaceo e deve essere coltivato in zone molto ben esposte per produrre vin di buona qualità.
Alla vista si mostra di un intenso rosso rubino, leggermente aranciato, davvero brillante e molto promettente. Al naso spiccano profumi di frutta secca, specialmente dattero, albicocca e prugna, e sentori vagamente speziati di pepe bianco e chiodi di garofano. In bocca stupisce la piacevole corposità e una leggera nota balsamica con sentori di liquirizia, frutta sotto spirito; la tannicità del prodotto risulta sapientemente gestita, arrivando ad essere molto elegante e mai eccessivamente invasiva. Ad un più attento esame si palesano, per via retronasale, profumi di vaniglia abbastanza persistenti.

Angelo Becchio

( Piemonte )

Esperto non credo, appassionato sicuramente, classe '86, socio ONAV sezione di Asti dal 2012, Piemontese nei modi e nei gusti, amo i vini con una o più storie da raccontare e con le idee molto chiare.
Nella vita, per ora, faccio tutt'altro, ma reputo il Vino e tutta la professionalità e la fatica che ci stanno dietro, una delle cose più affascinanti di cui occuparsi.

Lascia un commento






Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino