Toolbar
19 Ago 2015

Il nostro lungo tour tra i vini dell’azienda del bufalo, la San Salvatore, passa oggi per un Greco vinificato in purezza: parliamo di Elea I.G.P. Paestum Bianco 2012. 

Nasce da uve provenienti da vitigni allevati a spalliera con potatura guyot a circa 140 metri sul livello del mare, che affondano le radici in terreni argillosi e sono esposti a sud-sud ovest.

La provenienza è ovviamente Capaccio-Paestum, precisamente in località Cannito. Criomacerazione lunga, pressatura soffice, fermentazione a temperatura controllata in acciaio; poi 14 mesi in acciaio a bassa temperatura ed un 10% in barrique di rovere francese con successivi 6 mesi in bottiglia.

Giallo paglierino tendente all’aureo; al naso mela, pera, ananas, albicocca, pesca, banana, gelsmino.

In bocca è fresco e molto acido, succoso, vivace e fruttato: un vino vivo ed allegro. La persistenza è molto lunga: circa 12 secondi.

Un vino strutturato, fresco ed elegante, fruttato ma anche floreale, allegro, vivo, adatto ad abbinamenti con pesce crudo o sushi, ma anche da solo come fresco aperitivo.

Il costo in enoteca varia tra i 20 ed i 25 euro; vi sembra caro? Tenete a mente le parole di Plinio il Vecchio: “Il vino Greco era così pregiato, che nei banchetti veniva versato solo una volta.

Vota questo articolo
(1 Voto)
Wine

Bevendo gli uomini migliorano: fanno buoni affari, vincono le cause, son felici e sostengono gli amici.

Google+ plus.google.com/b/100684260859710572834/100684260859710572834/?rel=author

Lascia un commento






Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino