Toolbar
Imperdibili abbinamenti cibo vino

Abbinamenti cibo vino

I migliori suggerimenti per qualsiasi tipo di piatto delle principali regioni italiane. Selezione a cura dei nostri esperti di vino con proposte di abbinamenti e ricette impeccabili.

Cari amici di Wine at Wine ancora una volta vi propongo un piatto tipico della mia regione: il Veneto.

Il fegato alla Veneziana, è noto in tutto il mondo per il suo sapore particolare che abbina il fegato con la cipolla.

Come nasce questa preparazione chiamata in veneto figà àea Venessiana?
La storia ci racconta che risale addirittura all'epoca romana, solo che i Romani la preparavano con i fichi per coprire l'odore marcato del fegato; i Veneziani, invece, poiché i fichi non erano facilmente reperibili ed anche costosi, decisero di utilizzare le cipolle bianche economiche e facilmente repe-ribili sul territorio. La trasformazione diede alla luce questo piatto tipico e saporito.

Ingredienti per due persone

  • Fegato di vitello 300/400 g
  • 1 Cipolla bianca ( Magari di Chioggia )
  • Olio d'oliva 1/2 bicchiere
  • Burro 30 g
  • Vino bianco 15 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo tritato
  • Polenta a piacere

Fusilli aromatizzati al cedro con salsa di calamari accompagnati da un rosè siciliano

La Calabria è una regione spesso trascurata, poco considerata e bistrattata.
L’economia non è certo florida e non è una regione ben collegata ma sa’ offrire scorci bellissimi di paesaggi dalla Sila e le sorgenti d’acqua fino ad arrivare al mare blu e profondo.
Una regione piena di prodotti culibari buoni e tipici, anche questi spesso offuscati soprattutto da quelli di regioni come la Campania e la Puglia.
Il peperoncino, la cipolla di Tropea, il tonno, la ‘Nduja ed il cedro su tutti.
Oggi vi mostreremo una ricetta nella quale sono utilizzati sia la cipolla che il cedro: i Fusilli aromatizzati al cedro con salsa di calamari.
Importante reperire le materie prime migliori per garantire un piatto unico, ma spesso sono gli stessi prodotti a far nascere le idee da cucinare.
Mi trovavo a Marcellina, frazione di Scalea, per fare una piccola scorta di prodotti dal pastificio di Vera Pignataro di cui vi ho già parlato in questa ricetta fusilli ; è più forte di me, quando passo di qui devo comprare questa pasta che solo qui posso mangiare. Mentre prendevo le solite cose sono stato colpito da un prodotto nuovo: i fusilli al cedro; che, senza pensare neanche a come cucinarli, decido di comprare; quando mi capita più un prodotto simile?

Succede almeno una volta nella vita di tutti di trovarsi davanti ad una scelta che turba l’animo: cominciare una dieta! Stavolta purtroppo è toccato a me ed ai miei commensali di qualche giorno fa, ma esistono tante ricette leggere che spesso soddisfano il palato, saziano e ci lasciano leggeri.

Uno dei miei preferiti è una semplice ricetta con la zucca, ricordate quando il nostro Alessandro Genova vi aveva parlato di un altro abbinamento cibo vino, con un risotto alla zucca ? Oggi però non scordiamo di essere a dieta!

Ingredienti:

Se vi trovate a Roma, dopo una giornata tra monumenti e musei non fatevi mancare un appuntamento con un dei cibi da strada più goduriosi in assoluto.

Il filetto di Baccalà in Pastella.
Diversi sono i ritrovi, dalla romanità più autentica, vere istituzioni, dove tra uno sfottò e una risata aspettate il vostro turno per farvi servire, avvolto nella carta paglia, un Filettone di Baccalà croccante e dorato fritto all’istante dentro padelloni d’olio bollente.

Sceglietevi una delle tante Piazzette che si aprono alla vostra vista e gustatevi il vostro filetto.
Vi sembrerà di essere sul set “Del Marchese del Grillo” e non fatevi mancare di accompagnare questa leccornia, nei pressi ci sono parecchie Enoteche, con un buon vino in abbinamento potreste acquistare “Est! Est!! Est!!! Di Montefiascone dell’Azienda Trappolini di Viterbo. Piacevolmente fresco e sapido dalla mineralità avvolgente con chiari echi di pesca gialla è perfetto per mitigare l’untuosità del filetto e aprirvi ai piaceri di una cucina romana non raffinata ma ricca di sapore e di storia.
Se invece,una volta a casa volete provare a riproporre ai vostri amici questo pezzo di Street Food eccovi la ricetta:

Quest’anno il freddo in Italia si è fatto un po’ attendere, ma alla fine è arrivato!
Non sono uno che preferisce una stagione all’altra, mi piacciono tutte nel loro alternarsi sereno ed amo i particolari di ciascuna di esse.
Dell’inverno mi piace dormire e stringere a me le coperte, sentire la pioggia battere sui tetti, l’odore dell’ambiente, il camino con la legna scoppiettante e tante altre cose tra le quali i piatti fumanti che ti riscaldano le serate.
Uno dei miei preferiti è il semplice brodo di carne preparato da mia madre.

Ingredienti utilizzati per 5 persone:

Fusilli Primavera con Collio bianco Vigne 2004 Zuani

Riprendiamo le nostre chiacchierate sugli abbinamenti cibo e vino, alla costante ricerca dell’armonia gustativa tra le caratteristiche del cibo e quelle del vino.

Oggi parleremo dell’abbinamento tra un primo, una preparazione a base di pasta e verdure e un vino friuliano, il Collio bianco Vigne di Zuani, azienda condotta in modo esemplare da Patrizia Felluga, oggi anche affiancata dal figlio, Antonio Zanon. Ovviamente, siccome ci piacciono gli abbinamenti sfidanti, non abbiamo scelto il Collio d’annata. Diversamente, abbiamo aperto una bottiglia che riposava nella mia cantina da qualche anno: parliamo del millesimo 2004. Ma sul vino torneremo oltre.

Dicevamo dei Fusilli Primavera, preparazione che prevede l’impiego dei principali ortaggi, della scamorza e di abbondante basilico.

Ingredienti utilizzati per 4 persone:

  • 400 g di fusilli;
  • 1 melanzana;
  • 1 peperone;
  • 1 zucchina;
  • 250 g di scamorza affumacata;
  • Basilico a volontà;
  • Olio extra vergine d’oliva;
  • Sale e un pizzico di peperoncino.

Preparazione dei fusilli primavera:
Si tagliano la melanzana, il peperone e la zucchina a dadini e si fanno appassire a fuoco lento in una casseruola appena unta da un goccio di olio extra-vergine d’oliva. Si prepara abbondante basilico e la scamorza tagliata a cubetti. Nel frattempo si cucina la pasta che verrà scolata con tre minuti d’anticipo, avendo cura di conservare un po’ dell’acqua di cottura. Quindi si aggiungerà la pasta agli ortaggi nella casseruola, sempre a fuoco lento, finché la preparazione non sarà ben amalgamata. 

Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino