Toolbar
Rircerca per tag associati

Il 29 novembre 2014 saranno trascorsi dieci anni dalla morte di Luigi Veronelli : giornalista, scrittore, filosofo, gastronomo; unanimemente riconosciuto come l'iniziatore della moderna critica enogastronomica.
In attesa di quella data si è costituito il "Comitato Decennale Luigi Veronelli", che, attraverso un fitto calendario di eventi, si propone di ricordare il giornalista scomparso e di trasmettere e diffondere il suo pensiero e le sue opere.
Per chi volesse, ve ne è una parziale ma significativa raccolta in una sua biografia scritta di recente da Gian Arturo Rota e Nichi Stefi, suoi collaboratori per lungo tempo.
Il lascito di Luigi Veronelli è importantissimo e attualissimo per tutti.

Francis Ford Coppola è sicuramente uno dei più grandi registi di Hollywood, padre di film come Il Padrino ed Apocalypse Now ha vinto due volte la Palma d’Oro a Cannes,  il Leone d’oro alla carriera, tre Oscar per la sceneggiatura, due Oscar come miglior film (Il Padrino ed il Padrino II), due Oscar per la migliore colonna sonora, Oscar per la fotografia, Oscar come miglior make-up, Oscar per i costumi ed Oscar per gli effetti speciali, Oscar alla carriera e premio alla memoria Irving G. Thalberg.
Ha avuto anche più nomination nella stessa edizione degli Oscar con i film La conversazione ed il Padrino II.
Di chiare origini italiane, nel dettaglio lucane (i nonni erano originari della provincia di Matera), è figlio di un grande musicista Jazz, Carmine e zio di Nicolas Kage.
Francis ha sempre conservato uno stretto legame col Belpaese nel quale trascorre spesso le vacanze rilassandosi sulle spiagge di Metaponto ed ottenendo la cittadinanza ordinaria di Bernalda comune d’origine del nonno Agostino, dove ha acquistato un palazzo che vorrebbe trasformare in albergo.

 

Come può un processo antico come la vendemmia non divenire monotono?
La vendemmia non è un “processo” ma un vero e proprio rito, che cambia di volta in volta, di posto in posto, di vino in vino!
Dalle vendemmie improvvisate dove i bambini schiacciano i chicchi con i piedi, a quelle più sofisticate ed innovative messe in atto da studiosi ed aziende.
C’è però anche chi è andato oltre e per “creare” un vino più che mai speciale ha usato come ingrediente atipico la fantasia!

Alessandro Magno, un condottiero sconfitto dal vino

Alessandro Magno, conosciuto anche come Alessandro il Grande, Alessandro il Conquistatore o Alessandro il Macedone è una delle figure più mastodontiche della storia, ambiguo e misterioso è tutt’oggi circondato da un’alea di mistero.

Per quanto concerne alla sua morte sopratutto ma oggi sembra che siano uscite fuori nuove ipotesi sulla sua morte.

Un’ottima annata (2006)

La trama
Il film di Ridley Scott, narra la storia del broker Max Skinner (Russell Crowe), un acuto uomo d'affari di Londra a cui pare tutto vada a gonfie vele.
Un giorno il suo amato zio Henry (Albert Finney) muore senza lasciare un testamento e Max si ritrova unico erede della tenuta con vigneto in Provenza, dove aveva trascorso gran parte della sua infanzia poiché orfano. Parte dunque alla volta della nuova eredità inizialmente intenzionato a venderla e a capitalizzarne il valore.
Successivamente riceve, vivendo nei luoghi in cui era cresciuto, riscopre i valori che lo zio aveva cercato di insegnargli, e questi, insieme all'amore, lo trasformeranno da astuto ed insensibile business-man ad uomo capace di apprezzare i piccoli piaceri della vita che si è lasciato sfuggire troppe volte.

Kobe Bryant è certamente uno dei più grandi giocatori di basket mai esistiti, un talento puro, cristallino, che non conosce il declino, anzi sembra addirittura migliorare ed arricchirsi col passare degli anni proprio come un buon vino!

Il soprannome non è la trovata originale di un telecronista o di un giornalista sportivo, ma un tweet lanciato da lui stesso in rete!

Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino