Toolbar
Rircerca per tag associati

Come può un processo antico come la vendemmia non divenire monotono?
La vendemmia non è un “processo” ma un vero e proprio rito, che cambia di volta in volta, di posto in posto, di vino in vino!
Dalle vendemmie improvvisate dove i bambini schiacciano i chicchi con i piedi, a quelle più sofisticate ed innovative messe in atto da studiosi ed aziende.
C’è però anche chi è andato oltre e per “creare” un vino più che mai speciale ha usato come ingrediente atipico la fantasia!

Alessandro Magno, un condottiero sconfitto dal vino

Alessandro Magno, conosciuto anche come Alessandro il Grande, Alessandro il Conquistatore o Alessandro il Macedone è una delle figure più mastodontiche della storia, ambiguo e misterioso è tutt’oggi circondato da un’alea di mistero.

Per quanto concerne alla sua morte sopratutto ma oggi sembra che siano uscite fuori nuove ipotesi sulla sua morte.

Un’ottima annata (2006)

La trama
Il film di Ridley Scott, narra la storia del broker Max Skinner (Russell Crowe), un acuto uomo d'affari di Londra a cui pare tutto vada a gonfie vele.
Un giorno il suo amato zio Henry (Albert Finney) muore senza lasciare un testamento e Max si ritrova unico erede della tenuta con vigneto in Provenza, dove aveva trascorso gran parte della sua infanzia poiché orfano. Parte dunque alla volta della nuova eredità inizialmente intenzionato a venderla e a capitalizzarne il valore.
Successivamente riceve, vivendo nei luoghi in cui era cresciuto, riscopre i valori che lo zio aveva cercato di insegnargli, e questi, insieme all'amore, lo trasformeranno da astuto ed insensibile business-man ad uomo capace di apprezzare i piccoli piaceri della vita che si è lasciato sfuggire troppe volte.

Kobe Bryant è certamente uno dei più grandi giocatori di basket mai esistiti, un talento puro, cristallino, che non conosce il declino, anzi sembra addirittura migliorare ed arricchirsi col passare degli anni proprio come un buon vino!

Il soprannome non è la trovata originale di un telecronista o di un giornalista sportivo, ma un tweet lanciato da lui stesso in rete!

 

Quando il vino sa di tappo

Quel sentore di muffa, carta bagnata, che viene definito sentore di tappo, ci arriva quando stappiamo una bottiglia, è dovuta ad una momentanea perdita delle capacità olfattive del nostro naso

Il sughero del tappo, proveniente dalla quercia suber, si è imposto fin dal diciassettesimo secolo per tappare le bottiglie per via della sua impermeabilità ai liquidi e aigas, della sua elasticità e della sua comprimibilitá.

Chimicamente inerte, inalterabile all'aria, il tappo in sughero rimane ancora la migliore soluzione per conservare il vino in bottiglia.

Il gusto di sughero,simile a quello del legno, proviene da composti aromatici naturali legati ad alcuni sugheri e ai loro trattamenti, lavaggio ed essiccazione.

Dal due al cinque per cento delle bottiglie presentano un " gusto di tappo "più o meno pronunciato.

Azienda Agricola Vicentini

in Cantine
il: 19 Ottobre 2013

Tradizionalmente considerato simbolo di fecondità, il frutto del melograno è stato scelto dai coniugi Vicentini come auspicio di amore e segno di entusiasmo per il proprio lavoro. E parlando con Agostino e Teresa nella valle dei ciliegi di Colognola, dove si trova il loro casale, non è difficile percepirne lardente passione. Quella stessa passione che Agostino ha ereditato dal padre Francesco e che lo ha guidato nei quarantanni della sua attività di viticoltore. Lazienda di Agostino e Teresa, che si trova a due passi dal borgo di Colognola ai Colli, è un luogo ospitale, caldo e confortevole, con una rustica, ampia sala degustazione con il camino per linverno, una cantina storica ristrutturata nel 1934 che risale agli inizi del secolo scorso, e una tradizionale sala di appassimento sottotetto per la produzione del Recioto.

Il vino prepara i cuori

e li rende più pronti alla passione. 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino