Abbiamo già parlato di quella perla a bacca rossa che oramai rappresenta una rarità: il Gamba di Pernice.

Il vitigno sopravvissuto alla fillossera ed altre peripezie è arrivato stremato e sfiancato ai nostri tempi e si sta cercando di salvarlo anche se occorrerebbe uno sforzo in più per valorizzarne il nettare.

Di colore colore rosso rubino non molto intenso con un caratteristico profumo speziato, morbido al palato, di medio corpo e dal finale tendenzialmente amarognolo; viene commercializzato in purezza come Vino da Tavola e talvolta imbottigliato in versioni poco adatte all’invecchiamento.

Tutti noi in qualche modo attratti dal vino, dai vini, vorremmo andare nei luoghi dove vengono alla luce. Parlare con le persone che li fanno nascere, camminare nelle vigne dove maturano i grappoli, vedere le cantine dove i mosti fermentano e i locali dove i vini si affinano. Insomma conoscere i terroir che regalano unicità ai vini che ci piacciono. Non sempre è possibile, per svariati motivi.
Credo però che i vignaioli che rispettano la vigna, la vite, l'uva ed il territorio nel praticare la loro idea ed il loro sentimento di vino riescono a trasferire tutto questo nella bottoglia ed a renderne noi partecipi attraverso io suo liquido contenuto.

 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino