L’Ambra liquefatta che vien dal mare.

Sono seduto davanti al tavolo della mia cucina. Saranno 20 minuti buoni che mi son perso a fissare una bottiglia totally black.

È li, fra un cavaturaccioli vecchia maniera e un calice di vino dozzinale che si salva solo per il colore; un giallo un pò spento, appena percettibile, che alla bisogna non mi dispiacerà sacrificare (mi son stancato di comprare bicchieri di valore, quelli rotti e ancora mezzi pieni tendono a formare figure astratte sul muro e i mosaici di cocci e frammenti sul pavimento, per quanto apprezzabili, sono esempi d’arte aleatoria e hanno il solo difetto di sparire con un colpo di scopa).

Quando l’aspettativa è tanta, e l’attesa non viene ripagata, faccio alla maniera dei Russi… Negl’anni ho dovuto imparare l’ardua disciplina dell’autocontrollo. Nei locali, gesti di tale risma non vengono accolti con entusiasmo, non di sovente.

Nessuno fremito, sono come paralizzato. Non ho il coraggio di aprirla quella bottiglia.

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino