Cari amici di WineatWine oggi voglio parlarvi di un vino che a me personalmente piace molto

Vi piacciono i vini franchi, sinceri e riconoscibili?
Allora il Gewurztraminer detto anche Traminer aromatico (Gewurz) o ancora Savagnin fa al caso vostro.

Riconoscibilissimo, per la sua carica speziata di chiodi di garofano e pepe, quasi strana  per un vino bianco, riuscirete sicuramente a distinguerlo anche se non risulterà mai scontato e banale.

Pompelmo, ananas, litchi, moscato, albicocca, miele, rosa, chiodi di garofano, pepe, cannella, note affumicate...
Il vino è bianco e le uve da cui si ricava sono delicatamente rosate; viene vinificato in  purezza o con altri vitigni e difficilmente come uva da tavola.

Il vitigno è coltivato in Alsazia, Germania, in Austria, in Italia, nella Repubblica Ceca ed anche in Australia.

Adesso vi presento " DAMIAN "

Damian è un Traminer Aromatico D.O.C. prodotto da Tenuta Kornell; quello che andrò a degustare è stato prodotto nel 2012.
Il vino si presenta visivamente brillante di un bel giallo dorato e consistente nel calice con archetti ravvicinati tra loro e lenta lacrimazione.

Al naso arriva intenso, oserei dire ampio e di qualità fine, decisamente franco, aromatico, speziato, floreale e fruttato.
Tra i descrittori troviamo i tipici sentori del Gewurztraminer gli speziati chiodi di garofano, pepe, cannella, noce moscata, i profumi floreali di rosa, lavanda e ginestra accompagnati da un fruttato di agrumi pompelmo, lime e frutti esotici di litchi e ananas maturo.

La ricetta di oggi è stata “trafugata” da un ristorante dove sono solito andare a mangiare, specie per cene di lavoro.
Una sera, dopo una delle solite giornate alle prese con l’intenso ritmo di lavoro, una telefonata allieta il tempo libero: Angelo un amico di Università ri-abbracciato per pura coincidenza l’anno scorso, scoprendo che , dopo anni in cui ci eravamo persi, il lavoro ci aveva ri-uniti affidandoci alla stessa città!
“Aperitivo assieme?” Perfetto!
Causa il mio ritardo Angelo decide che piuttosto che fare un aperitivo sarebbe più opportuno cenare!
Ok! E’ andata! Quattro passi e siamo da Giampaolo!
Siamo a dieta entrambi per cui la scelta ricade sulle insalatone, molto abbondanti, offerte da questo ristorantino semplice ma elegante a portata di passeggio.

Traminer aromatico all’italiana, o Gewurztraminer per chi si sente internazionale, la sostanza non cambia!
Un vino ricco e carico dei suoi ampi profumi varietali.
Se quello che cercate è uno sconvolgimento dei vostri sensi, i profumi e sapori di questo vino sapranno soddisfare i vostri palati.

Come detto questo è un vitigno aromatico a bacca bianca (per definizione convenzionale, in realtà il grappolo si presenta di colore rossastro in fase di maturazione), la sua origine è piuttosto contesa, ma una delle ipotesi più accreditate è sicuramente quella che lo colloca come vitigno autoctono italiano, il suo nome sembrerebbe infatti che derivi dal nome del paese di origine Termeno appunto (in provincia di Bolzano).

 

Una testa a testa tra Elena Walch e Cantine del Coppiere


Premessa
Prima di entrare nel vivo dell’articolo una premessa: sono dell’opinione che il prezzo non sempre faccia la differenza e che spesso cantine meno conosciute (e magari con prezzi inferiori) possano lasciarci piacevolmente meravigliati, sarà questa una situazione simile?

 

Elena Walch: una piacevole e casuale scoperta
Ero abituato ad acquistare Gewurztraminer della cantina Cavit (costo per bottiglia 8-13 euro ), un ottimo prodotto che vale la pena certamente di provare.
Per puro caso (mancanza di prodotto) mi trovo ad acquistare la stessa tipologia di vino della cantina Elena Walch, cantina originaria proprio della zona del Tramin, prezzo per bottiglia 12-16 euro.
L’azienda ha una storia lunga (fondata nel 1869) e prestigiosa impreziosita dalla splendida zona in cui sono presenti i suoi vigneti.

ITALIA-GERMANIA, LA SFIDA CONTINUA… Quali sono le sue origni? Alcuni dicono Alsazia, altri Termeno in provincia di Bolzano. Sta di fatto che per la prima volta il nome appare nel “Libro della Natura” di Megenberg, decano del duomo di Rogensburg, città della Franconia. In entrambi i casi, di cosa stiamo parlando?

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino