Se mi passate la definizione di terroir come il connubio tra l’uomo, profondo conoscitore del proprio territorio e le uve attraverso le quali riesce a veicolarne le peculiarità e farne esprimere tutto il potenziale, in questo caso siamo sicuramente di fronte ad una grande espressione di terroir .
Il vitigno in questione , veicolo di eleganza, è il Trebbiano giallo , menzionato per la sua qualità dal naturalista Giuseppe Acerbi e descritto come uva dalla “polpa duracina e zuccherina”.
Coltivato in molte regioni come Lazio, Lombardia, ma anche Puglia, Umbria e Veneto, trova nella provincia di Viterbo , precisamente nella zona di Montefiascone, il suo terreno d’elezione.
Da queste parti è meglio conosciuto come Roscetto a causa del colore “ quasi rosso” che prende la buccia dell’acino una volta maturo ed è parte integrante insieme al Trebbiano toscano e alla Malvasia puntinata della DOC più rappresentativa della zona : l’Est Est Est di Montefiascone , nella quale è previsto in una percentuale che va dal 25 al 40 % .

Il curry verde Thai è un delizioso preparato thailandese, che viene utilizzato per condire e aromatizzare molte preparazioni a base di carni e di verdure. Il curry verde è un concentrato di spezie e aromi, alcuni dei quali difficilmente reperibili in commercio. Motivo per cui, per preparare il piatto abbiamo utilizzato la pasta di curry verde già pronta, facilmente reperibile nei negozi etnici o nei supermercati dotati di reparto merceologico dedicato.
Abbiamo deciso di preparare il pollo al curry verde, servito assieme al riso basmati, e l’abbiamo abbinato ad un grande merlot italiano: il Montiano 2004 della cantina Falesco, la storica azienda vinicola della famiglia Cotarella.

 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino