Il Locorotondo è un vino bianco prodotto tra Bari e Brindisi la cui Doc è radicata nella zona della Valle d’Itria ed in particolare nei comuni di Locorodondo (ovviamente!), Cisternino e Fasano.

I vitigni consentiti sono la Verdeca (50-65%), il Bianco d’Alessano (35-50%) ed altri vitigni locali per un massimo del 5%, come il Minutolo (definito erroneamente Fiano).

Siamo nella meravigliosa Puglia e di preciso in uno dei posti più belli di questa regione, la Valle D’Itria chiamata anche Valle dei Trulli, dove risulta impossibile non lasciare un pezzo di cuore. 

Siamo nella Puglia centrale, dove tre delle principali province della regione, Bari, Brindisi e Taranto, si amalgamano in una valle sola che probabilmente prende il nome dal culto della Madonna Odegitria, la Madonna che “indica la via”.
Locorotondo, Cisternino, Martina Franca, Alberobello, Ostuni, Ceglie Messapica: un tour tra mare, storia e … enogastronomia.

Oggi però non vi parleremo della Città Bianca (Ostuni), né dei trulli, né del capocollo di Martina Franca e tantomeno dei manicheretti gustosi di Ceglie… Il nostro interesse infatti è stato catturato da una genuina cantina della zona. L’azienda vitivinicola “I Pastini” nasce nel 1996, proprio qui nella valle, facendo vinificare da altre cantine le proprie uve fino al 2003 anno in cui si comincia a fare le cose da soli ed a puntare su un prodotto totalmente sconosciuto: il Fiano Minutolo.

Il nome deriva da Pastinum che in latino era la “zappa” ed indirettamente il terreno destinato alla vite.

Il nome fa comprendere il legame con il terreno e la scelta di coltivare e valorizzare i vitigni autoctoni come Verdeca, Bianco d’Alessano, Primitivo, Sussumaniello e Fiano Minutolo testimonia l’attaccamento alla propria terra.
I vitigni Cupa, Rampone e Faraone de “I Pastini” sono tutti tra i comuni di Locorotondo e Martina Franca beneficiano di un’esposizione ideale e di un clima adatto alle tipologie di vite.

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino