Wine

Wine

Bevendo gli uomini migliorano: fanno buoni affari, vincono le cause, son felici e sostengono gli amici.

Film: Il profumo del mosto selvatico (1995)

Il cast e la trama
Il film è un remake di Quattro passi fra le nuvole del 1942 di Alessandro Blasetti, tra i protagonisti spiccano Keanu Reaves, Giancarlo Giannini ed un grande Anthony Quinn
Reduce della seconda guerra mondiale, Paul Sutton (ReevesReeves), un ex rappresentante di cioccolatini, cerca di ricucire il rapporto con la moglie (Aragon), abbandonata cinque anni prima, ma durante le sue trasferte accetta di farsi passare per il marito di una ragazza incinta (Sanchez-Gijon), figlia di un ricco viticoltore della Napa Valley,  che deve tornare in casa del padre-padrone (GianniniGiannini) ; nata come una messinscena i due finiscono per innamorarsi tra i fantastici scenari californiani e qualche colpo di scena.

Dopo aver parlato di Moio 57 risaliamo lo stivale verso est e ci fermiamo nelle Marche e precisamente alle giovani cantine Velenosi .

Un vino che si mette in gioco
Il vino di cui parleremo è Ludi 2009, un altro rosso corposo ma più delicato rispetto al Moio 57, un blend di uve montepulciano 50%, Cabernet Saouvigon 30% e Merlot 20%.
Il nome di questo vino vuole rappresentare, a detta dell’azienda, la loro “messa in gioco”  scherzando con l’origine latina da rinvenirsi nella parola ludus, anche la bellissima ed elegante etichetta nera con particolari dorati nella quale esprime l’essenza del momento ludico.
Un giocherellone come me non poteva evitare di provarlo!

Un incontro casuale
Il mio “incontro” con questo vino è stato del tutto casuale, durante un periodo di lavoro nella bellissima, verde e poco valorizzata zona marchigiana, ho il piacere di conoscere un ragazzo simpaticissimo capo corsia nell’ipermercato La grande I – Finiper, appassionato di vini come me e ottimo intenditore.
Mi consigliò questo prodotto, ma io decisi di non comprarlo, non subito almeno!
Il triste giorno dell’arrivederci a questa regione che mi  è rimasta nel cuore per la sua gente, la sua bellezza, le sue pietanze ed i suoi vini, decisi di portare con me questo vino per celebrare il mio ritorno a casa, mai scelta si rivelò migliore. Non ho mai più sentito quel ragazzo, ma mi sento in dovere di scrivere GRAZIE CARLO.

Casalfarneto e Cantina Tollo

Tornato alla ribalta soltanto nell'ultimo decennio, il Pecorino è sicuramente un vino dalle grandi potenzialità che sta ricevendo ampi consensi nel mondo dei wine lovers e degli addetti ai lavori. Il vitigno è originario delle dolci colline che si estendono tra Abruzzo e Marche, anche se soltanto quest'ultima può fregiarsi della certificazione DOC.
Ed appartengono proprio a due Cantine di queste regioni i prodotti che abbiamo degustato e messo a confronto per scoprire di più sul Pecorino: Casalfarneto e Cantina Tollo.

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino