Eleonora Baldassini

Eleonora Baldassini

Eleonora 23 anni,Sommelier Master Class AIS delegazione di Roma. Sommelier ed organizzatrice di eventi e degustazioni nelle location più prestigiose di Roma.

Quando si cerca un vino da abbinare a piatti e antipasti a base di pesce , la Falanghina è sicuramente uno dei  primi vitigni che sceglieremo. Abbinamento tutt’altro che scontato se si pensa che il vino prodotto da questo particolare vitigno possiede un colore paglierino e note olfattive intense che spaziano dal frutto all’erba aromatica.

Sapidità e morbidezza si equilibrano al gusto ed aprono la strada ad una piacevole persistenza gusto-olfattiva.
In questi ultimi anni risulta uno dei vini più richiesti dai consumatori che si destreggiano tra le tante tipologie che vengono prodotte in Campania ,regione a tutti nota per le sue bellezze naturali e per il clima privilegiato baciato dal sole.

La Campania inoltre offre numerosi territori montuosi collinari e pianeggianti vocati alla vitivinicoltura.
Fortunatamente la Falanghina ha la capacità di adattarsi a diversi tipi di terroir carpendone tutte le peculiarità, riuscendo comunque a mantenere la sua propria personalità come se volesse lanciare degli indizi al degustatore per farsi individuare.

Il vino fonte di passione e fascino, attira continuamente l’interesse di molti appassionati che lo identificano come l’elemento principe della cultura enogastronomica Italiana. I colori, i sentori e i sapori che il vigneto Italiano generosamente ci regala sono molteplici. Numerose anche le tipologie tra cui scegliere, ma quando si vuole celebrare un importante avvenimento o quando  si vuole semplicemente fare “bella figura”, i vini rossi di prestigio la fanno da padrone. Struttura e corpo costituiscono il perno del vino ma è nell’invecchiamento che si racchiude la poesia. La capacità di evolvere di questi grandi vini grazie anche ad una buona spalla acida, è sorprendente e berli lo è ancora di più. L’affinamento permette a tutte le componenti del vino di collaborare insieme per raggiungere un armonico equilibrio. Non dimentichiamoci che sono stati proprio i grandi vini rossi ad aprire la strada  alla fama mondiale del vino Italiano.

Dai colori intensi, profumi inebrianti e spiccata mineralità, i vini bianchi dei territori vulcanici assorbono tutte le peculiarità di quei suoli unici, donando vini irreplicabili.
In questo articolo tratteremo in particolare di vini Vesuviani che stanno riscuotendo i favori dei consumatori che ad ogni sorso ne rimangono estasiati.
Il successo del loro gusto è da imputare infatti al tipo di terroir ricco di minerali tra cui il potassio che influenza positivamente il grado zuccherino dell’uva e il fosforo che conferisce finezza al vino.

Sorprendenti e mai scontati, con una complessità che non si ferma di certo alle classiche sensazioni sapide, tra i vini di questa zona meritano particolare attenzione quelli prodotti da piccole realtà che grazie alla loro eccellenza valorizzano il territorio d’origine.
 

Newsletter/Iscriviti







Metti Mi Piace e segui la tua passione per il Vino